5 consigli per rendere la pubblicità più visibile

1. Le immagini vanno sempre a sinistra e il testo sempre a destra: il motivo risiede nel modo in cui il cervello percepisce le informazioni visive e come le analizza. Come è noto siamo tutti un po’ strabici, l’occhio destro guarda a sinistra e il sinistro a destra. Essendo l’emisfero sinistro dedicato alla comprensione analitica di informazioni, mentre il destro alla creatività e alla fantasia, posizionando correttamente dati e immagini  all’interno della pubblicità si risparmia al cervello il lavoro extra che servirebbe a scambiare le informazione tra i due emisferi.

2. Disambigua: ognuno di noi ha un archivio per le espressioni facciali, infatti quando vediamo un volto il nostro cervello cerca di dare significato a quell’espressione basandosi su quelle già immagazzinate. Se l’espressione  dipinta sul volto che stiamo osservando rappresenta gioia oppure tristezza il cervello si ritiene soddisfatto e sposta l’attenzione su qualcos’altro. Per questo motivo inserire nella pubblicità un’espressione facciale ambigua in qualche modo spinge chi la guarda a soffermarsi più tempo e in ultimo a dedicarvi più attenzione.

3. Smussato è meglio: a scoprire il segreto dell’attrattività degli spigoli smussati è stata per prima Apple con il suo Ipod. Fino al giorno prima infatti, i lettori mp3 esistenti erano squadrati, con linee spezzate e spigoli.  Spigoli e angoli tendono a colpire l’occhio e a far interrompere la linea che il cervello sta seguendo, per questo i bordi arrotondati attraggono di più.

4. The sweet spot: tempismo e durata sono fondamentali. Una persona che guarda la pubblicità per 1,5 secondi o più, ha maggiori possibilità di immagazzinare l’informazione che questa porta con sé. Scendere al di sotto di questo “sweet spot” temporale rappresenta per il cervello un lasso di tempo insufficiente ad analizzare i dati.

5. Il troppo stanca: oggi più che mai le pubblicità su internet hanno acquisito aggressività e invasività tanto da suscitare in qualche informatico l’idea di creare per  l’utente programmi che le blocchino. Le pubblicità che risultano intrusive non sono certamente ben accette dai visitatori i quali non le visualizzano e non ne immagazzinano il messaggio. Infatti la pubblicità all’interno di un sito non dovrebbe oscurare o distrarre dal contenuto del sito stesso.

imagesAHHIZDPT

 

 

By RIMA STUDIO GRAFICO P.IVA 02187050394 | Copyright © 2015 All rights reserved!

Free delivery on orders over $99.00

icon_truck-50x50

Place any HTML here

  COUPON SCONTO SITO WEB

icon_heart-50x50

Vieni a trovarci

icon_map-50x50

Seguici su Facebook

facebook