Blog

Creare un post giusto su facebook

1) Includi una foto o un video

2) Stai tra i 50 e i 99 caratteri

3) Aggiungi un emoticon

4) Fai delle domande

5) Offri qualcosa

6) Pubblica tra le 17:00 e le 01:00

7) Pubblica nel weekend

 

imagesNFPK4IGU

Facebook per le aziende… i nostri consigli!

marketing-facebook

1° consiglio: Aggiorna sempre la tua pagina Facebook Ogni momento è giusto per rinnovare la pagina di Facebook della tua azienda e tieni informati i tuoi clienti delle news aziendali.

2° consiglio: Pubblica post coerenti e accattivanti Pubblica foto e news delle operazioni che fai abitualmente in azienda? I consumatori rimarranno interessati al tuo marchio, L’utente di Facebook si sentirà coinvolto in quello che vuoi comunicargli e apprezzerà il tuo tentativo di abbattere la barriera tra brand e singolo consumatore. 

3° consiglio: Metti in evidenza i tuoi post Con Facebook è possibile impostare il budget ed effettuare campagne pubblicitarie mirate al target di pubblico da te prescelto. I post in evidenza sono visualizzati in alto nella sezione Notizie, ed è quindi più probabile che il pubblico scelto li visualizzi. È importante per limitare il numero dei post sponsorizzati. Non bisogna mai esagerare perchè può portare al risultato opposto, ovvero allontanare gli utenti.

4° consiglio: Usa le offerte su Facebook e differenziati Le offerte su Facebook non solo danno visibilità alle aziende arricchendo la loro brand reputation, ma incoraggiano anche i follower a condividere lo sconto presente nell’offerta con i propri amici. E meglio ancora, è possibile monitorare il successo delle offerte guardando al numero delle persone che la richiedono.

Organizzare la distribuzione dei volantini

Distribuzione porta a porta: porta a porta significa che il volantino verrà lasciato nella cassetta della posta di ogni abitazione dell’area interessata; questa attività richiede l’organizzazione di gruppi di distributori per coprire al meglio il territorio. Il servizio di distribuzione dei volantini nelle cassette postali è consigliato per le aziende che vogliono farsi conoscere da tutto il target delle abitazioni della zona grazie alla copertura “a tappeto” di un certo territorio in maniera mirata e selettiva.

Distribuzione a mano: questa attività richiede l’individuazione delle posizioni e delle aree che meglio rispondono alle vostre esigenze. Le distribuzioni a mano possono avvenire non solo lungo le strade più trafficate, ma anche attraverso i più svariati canali, quali ad esempio all’esterno di fiere o manifestazioni, mercati cittadini, scuole e centri commerciali.

Distribuzione sulle automobili: si tratta di un tipo di distribuzione più incerta in termine di copertura ma altrettanto valida per la visibilità che il volantino circolando sul territorio. E’ particolarmente indicato per chi sta effettuando una promozione, dei saldi o delle offerte valide per un periodo ristretto di tempo.

 

untitled3

Gadget personalizzati di miglior successo

  1. Scegliere gadget pubblicitari in funzione del business. È necessario assicurarsi che l’articolo promozionale sia in linea con il proprio profilo aziendale.
  2. Valutare con attenzione il target della clientela. Se i destinatari del vostro regalo sono clienti che appartengono a un target medio alto, dovete individuare un regalo idoneo al loro livello.
  3. Investire sempre sulla qualità piuttosto che la quantità. Un oggetto promozionale, a differenza di altri strumenti pubblicitari, ha lo scopo di fare ottenere la massima esposizione del brand aziendale in un arco di tempo più lungo possibile.
  4. Scegliere l’oggetto pubblicitario anche in funzione delle tecniche di personalizzazione. La qualità della stampa di un logo su un oggetto promozionale è strettamente connessa alla tipologia di materiale su cui deve essere praticata e alla grafica (forma, colori, font, ecc.) del marchio aziendale.
  5. Affidarsi a professionisti esperti. Rivolgetevi alle aziende di oggettistica che siano in grado di affiancarvi nella scelta del gadget più opportuno per raggiungere il vostro obiettivo. Risparmierete, così l’inevitabile stress dovuto ad estenuanti ore di ricerca sul web sfogliando cataloghi online contenenti migliaia di articoli con il rischio di scegliere proprio il regalo aziendale sbagliato.

untitled2

 

I colori in pubblicità

 

I colori ci trasmettono emozioni, sensazioni e ricordi. L’utilizzo dei colori in pubblicità ha il compito di sollecitare i circuiti memoriali ed attrattivi.

Cosa significa il giallo? E’ il colore dell’ ottimismo, evoca allegria e stimola la mente. E’ il simbolo del pensiero creativo e dell’intelligenza.

Cosa significa il nero? Prepotente ed autorevole. E’ il colore della potenza ma anche dell’eleganza e della sensualità.

Cosa significa il bianco? Pulito, puro e innocente. E’ il colore simbolo della nascita.

Cosa significa il verde? Rilassante. E’ il secondo colore più diffuso del pianeta dopo il blù. E’ il simbolo della vita e della crescita.

Cosa significa il blu? Evoca fiducia, armonia, ordine, calma, lealtà. Comunica un’imagine positiva e solida.

Cosa significa il rosso? Esprime potere, calore, amore, passione e gioia. Ha un effetto stimolante e comunica coraggio.

Cosa significa il marrone? Stabilità, comfort e affidabilità.

Cosa significa il viola? Regalità e classe, evoca nostalgia.

Cosa significa il fucsia? Cordialità e grazia.

Cosa significa l’arancione? Estroverso. Felicità, energia e allegria. E’ il colore del divertimento.

Cosa significa l’azzurro? Comunica libertà. E voglia di fare.

graphicdesign_01

Che cos’è una campagna pubblicitaria?

Per campagna pubblicitaria si intende un insieme di annunci veicolati attraverso diversi mezzi pubblicitari (affissioni, volantini, giornali, cinema, radio ecc.) basati su un’unica strategia di comunicazione rivolta ad un medesimo tema come ad esempio posizionamento dell’immagine aziendale, promozione delle vendite attraverso offerte particolarmente vantaggiose, lancio di un nuovo prodotto, di un nuovo servizio, nuove aperture, liquidazioni ecc).

 

imagesZOXJBFY6

5 consigli per rendere la pubblicità più visibile

1. Le immagini vanno sempre a sinistra e il testo sempre a destra: il motivo risiede nel modo in cui il cervello percepisce le informazioni visive e come le analizza. Come è noto siamo tutti un po’ strabici, l’occhio destro guarda a sinistra e il sinistro a destra. Essendo l’emisfero sinistro dedicato alla comprensione analitica di informazioni, mentre il destro alla creatività e alla fantasia, posizionando correttamente dati e immagini  all’interno della pubblicità si risparmia al cervello il lavoro extra che servirebbe a scambiare le informazione tra i due emisferi.

2. Disambigua: ognuno di noi ha un archivio per le espressioni facciali, infatti quando vediamo un volto il nostro cervello cerca di dare significato a quell’espressione basandosi su quelle già immagazzinate. Se l’espressione  dipinta sul volto che stiamo osservando rappresenta gioia oppure tristezza il cervello si ritiene soddisfatto e sposta l’attenzione su qualcos’altro. Per questo motivo inserire nella pubblicità un’espressione facciale ambigua in qualche modo spinge chi la guarda a soffermarsi più tempo e in ultimo a dedicarvi più attenzione.

3. Smussato è meglio: a scoprire il segreto dell’attrattività degli spigoli smussati è stata per prima Apple con il suo Ipod. Fino al giorno prima infatti, i lettori mp3 esistenti erano squadrati, con linee spezzate e spigoli.  Spigoli e angoli tendono a colpire l’occhio e a far interrompere la linea che il cervello sta seguendo, per questo i bordi arrotondati attraggono di più.

4. The sweet spot: tempismo e durata sono fondamentali. Una persona che guarda la pubblicità per 1,5 secondi o più, ha maggiori possibilità di immagazzinare l’informazione che questa porta con sé. Scendere al di sotto di questo “sweet spot” temporale rappresenta per il cervello un lasso di tempo insufficiente ad analizzare i dati.

5. Il troppo stanca: oggi più che mai le pubblicità su internet hanno acquisito aggressività e invasività tanto da suscitare in qualche informatico l’idea di creare per  l’utente programmi che le blocchino. Le pubblicità che risultano intrusive non sono certamente ben accette dai visitatori i quali non le visualizzano e non ne immagazzinano il messaggio. Infatti la pubblicità all’interno di un sito non dovrebbe oscurare o distrarre dal contenuto del sito stesso.

imagesAHHIZDPT

 

 

4 consigli per un messaggio pubblicitario efficace!!

1. Mettiti nei panni del consumatore

Sii sincero, non attribuire al tuo prodotto o al tuo servizio caratteristiche che non ha. Cerca di raccontarlo facendo emergere ciò che lo rende migliore, gli attributi per cui un cliente dovrebbe sceglierlo, per cui tu stesso lo sceglieresti.

2. Ricorda che il tempo è denaro!

Non dilungarti troppo con giri di parole inutili.

3. Raccontati con passione

Parlare agli altri di sé e del proprio prodotto non è semplice, ma essere convinti di ciò ce si dice si rivela quasi sempre la strada giusta.

4. Non distrarre troppo chi ti ascolta

Cercare di comunicare in modo innovativo, elaborando messaggi non convenzionali o scegliendo immagini che lascino il segno è un’ottima strategia ma non dimentichiamo mai il nostro prodotto, non andiamo troppo lontani da quello che dobbiamo dire in realtà.

 

imagesZWVOUTCM

Aumentare il traffico organico

1. Mantieni i tuoi prodotti vicino alla home page

2. Scrivi tag title efficaci

3. Usa Google Adwords e Google per trovare le keyword giuste

4. Migliora gli URL delle pagine

5. Inserisci il tag rel = canonical nelle categorie

6. Tagga i tuoi prodotti

7. Offri risorse gratuite

8. Apri un blog

9. Invia comunicati stampa

10. Scrivi articoli su altri blog

11. Apri alle recensioni

12. Utilizza Facebook

13. Utilizza Google+

14. Utilizza YouTube

15. Integra gli sforzi sui social media con una newsletter
 
16. Utilizza Pinterest
 
17. Per l’amor del cielo, utilizza un CMS di qualità
 
18. Crea collegamenti all’interno delle descrizioni dei prodotti
 
19. Evita link  generici come “clicca qui”
 
20. Ottimizza ogni immagine del prodotto per la ricerca
 
21. Utilizza i tag H1 e H2
 
22. Crea una lista dinamica “Prodotti più venduti”
 
23. Crea liste di prodotti correlati per categoria
 
24. Controlla quello che la gente cerca sul tuo sito
 
25. Monitora i tuoi progressi con Google Analytics
traffico organico

Usare i social network per cercare clienti.

Devi crearti una pagina aziendale su Facebook che offre la possibilità di creare un gruppo realmente interessato a ciò che vendi in un tempo molto breve: questi possono diventare acquirenti e veicolare le vostre promozioni. L’abilità sta nel scegliere il giusto target: se hai un budget consistente è meglio chiedere una consulenza ad un esperto di web marketing per non bruciare ciò che investi.

Omaggi, sconti, promo.

Il primo degli step a costo zero. Quando un nuovo cliente giunge sul tuo sito e-commerce devi catturare la sua attenzione in poche secondi. Individua un’area che sia sempre visibile in ogni parte del tuo negozio online, in modo tale che ovunque si trovi il nuovo visitatore possa sempre visualizzare quest’area.

Le recensioni dei tuoi clienti contano.

Il tuo e-commerce vive degli acquisti dei tuoi clienti. Quale migliore pubblicità di un cliente che racconta di quanto è soddisfatto del suo acquisto? Un nuovo visitatore che giunge sul tuo sito sarà rassicurato dal fatto che chi ha già acquistato garantisce ai nuovi arrivati che si tratta di un sito affidabile, dove acquistare in sicurezza prodotti che corrispondo a ciò che è esposto. E’ fondamentale creare uno spazio che racchiuda le recensioni dei clienti che hanno acquistato. I clienti sono poco propensi a esprimere giudizi sugli acquisti dunque quando comunichi la spedizione chiedigli di esprimere un’opinione una volta ricevuto il pacco.

La newsletter.

L’email con lo scopo di fidelizzare il nuovo cliente. Una volta fatto l’acquisto, il tuo cliente potrebbe non ricordare il nome del tuo negozio. Il modo migliore per ricordare al cliente chi sei è inviargli un promemoria ogni tanto. Invia promozioni, comunicazioni sull’arrivo di nuovi prodotti e tutto ciò che per lui può essere interessante attraverso le email. Non inviargli un’email al giorno e nemmeno una a settimana: ti chiederà di essere cancellato o semplicemente ignorerà i tuoi messaggi. Poche email ma che colpiscano sono più utili di decine di email.

 

SOCIAL

By RIMA STUDIO GRAFICO P.IVA 02187050394 | Copyright © 2015 All rights reserved!

Free delivery on orders over $99.00

icon_truck-50x50

Place any HTML here

  COUPON SCONTO SITO WEB

icon_heart-50x50

Vieni a trovarci

icon_map-50x50

Seguici su Facebook

facebook